vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2314
Ultimo iscritto: ValeM
Iscritti | ISCRIVITI
 
Uccidere le cellule leucemiche con le loro stesse armi
Inserito il 26 febbraio 2001 da admin. - oncologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

La speranza era quella di attivare il programma di suicidio cellulare e non stata disattesa


Le Scienze, 03.02.2001 - I risultati di una interessante ricerca sono stati pubblicati su Nature Medicine: usando una combinazione di due sostanze, dei ricercatori sono stati in grado di distruggere cellule cancerogene, facendo s che iniziassero un programma di suicidio, che le ha completamente distrutte entro pochi giorni. Cio' era dovuto al fatto che una molecola nota come Bcr-Abl si spostasse dal citoplasma fin dentro al nucleo di cellule leucemiche.
La molecola Bcr-Abl una proteina anormale, che si forma quando i cromosomi contenenti i geni Bcl e Abl vengono spezzati, per l'esposizione a radiazioni o per altri fattori, e poi rimessi insieme per sbaglio dai meccanismi di riparazione del DNA attivi nelle cellule. questo oncogene da solo il responsabile della leucemia mielogenosa (CML), una malattia mortale che corrisponde al 15 o 20 per cento delle leucemie e uccide annualmente nel mondo 50.000 persone.
E' stata identificata una sostanza, STI571, che pu inibire il funzionamento della molecola Bcr-Abl. Il nuovo medicinale ha mostrato una enorme potenzialita' in trattamenti clinici sperimentali di pazienti affetti da CML nelle prime fasi della malattia. Tuttavia, STI571 da solo non efficace nel trattare i pazienti in cui la malattia gi progredita. Negli esperimenti si visto per che la Bcr-Abl non solo inibita dalla medicina, ma anche mobilitata. Gli scienziati hanno infatti osservato che la nuova medicina costringe la molecola a entrare nel nucleo, da dove le cellule leucemiche la rimandano rapidamente nel citoplasma. Essi hanno quindi utilizzato un secondo farmaco, la Leptomicina B, per sigillare la porta per l'esportazione dal nucleo, in cui la Bcr-Abl rimasta cos intrappolata. In base ad altri studi, la speranza era quella di attivare in questo modo il programma di suicidio cellulare e non stata disattesa. In questo modo si infatti raggiunta la completa distruzione delle cellule leucemiche dalle culture entro tre giorni. Ora, ovviamente, il prossimo passo sar quello di estendere le prove cliniche alla combinazione dei due medicinali, e vedere se questo cocktail sar efficace in ogni stadio della malattia.

Letto : 1499 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
 
Pillole.org 2004-2024 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 21:35 | 97563602 accessi| utenti in linea: 62130