vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2315
Ultimo iscritto: longhi
Iscritti | ISCRIVITI
 
Dosaggio di adrenalina nell’arresto cardiaco extraospedaliero
Inserito il 30 luglio 1999 da admin. - cardiovascolare - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  



Diversi trial clinici non hanno mostrato beneficio dalla somministrazione di alte dosi di adrenalina nel trattamento dell’arresto cardiaco. All’Università di Lione è stato organizzato uno studio multicentrico sull’utilizzazione di alte dosi di adrenalina nell’arresto cardiaco in ambiente non ospedaliero. I pazienti arruolati sono stati 3327, con asistolia dopo DC-shock per fibrillazione ventricolare o in asistolia al momento del trattamento, e randomizzati per adrenalina ad alte dosi (fino a 15 boli di 5 mg) o dosaggio standard (boli di 1 mg). Il 40% dei pazienti del gruppo ad alte dosi ha ripristinato una attività cardiaca autonoma, contro il 36,4% del gruppo a trattamento normale. Rispettivamente il 26,5% e 23,6% dei pazienti sono riusciti a giungere in ospedale. La sopravvivenza globale alla dimissione era rispettivamente del 2,3% e 2,8%. Le alte dosi di adrenalina extra-ospedaliere hanno migliorato la risposta all’asistolia ma non alla fibrillazione ventricolare. Complessivamente, la sopravvivenza a lungo termine non è risultata migliore. (N Engl J Med 1998;339:1595-601)

Letto : 2545 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
 
© Pillole.org 2004-2024 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 20:12 | 99818592 accessi| utenti in linea: 61815