vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2315
Ultimo iscritto: longhi
Iscritti | ISCRIVITI
 
CERVELLO: SCOPERTO SEGRETO DEL 'PALLINO' PER LA MATEMATICA
Inserito il 30 luglio 1999 da admin. - neurologia - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  



Roma, 6 mag. (Adnkronos Salute) - C'è chi a sei anni, con le tabelline, scopre la prima croce della sua vita, e chi snocciola radici quadrate come fossero proverbi. Un pool di studiosi francesi e americani ha ottenuto la prima prova che due diverse attività cerebrali sono alla base della nostra innata capacità a far di conto, individuando anche le zone del cervello impiegate da chi ha il "pallino" per la matematica. Oltre a fare luce sulle basi cognitive di uno dei talenti che caratterizzano l'umanità, lo studio pubblicato sul prossimo numero di Science può aprire la strada a un nuovo metodo per insegnare l'aritmetica a bambini che "litigano" con i numeri. Relazioni di grandi matematici e studi sui cervelli danneggiati di alcuni pazienti suggerivano l'esistenza di due modi di pensare -uno basato su un senso della quantità non verbale ma visivo-spaziale, e l'altro su simboli collegati al linguaggio- che si attivano quando il cervello umano ha a che fare con i numeri. Gli studiosi francesi dell'INSERM e quelli americani del Massachusetts Institute of Technology confermano oggi questa teoria, localizzando anche le zone del cervello sedi di queste due attività mentali. I ricercatori hanno chiesto a dei volontari che parlavano fluentemente russo e inglese di risolvere una serie di problemi, dopo aver insegnato loro le nozioni matematiche necessarie. Un gruppo è stato istruito in russo e l'altro in inglese; ebbene i volontari, che hanno imparato la matematica in una lingua e sono stati valutati nell'altra, hanno avuto bisogno di un secondo in più per risolvere il problema posto dagli esaminatori, ma solo quando questo concerneva un calcolo esatto (Ad esempio: 53 + 68 è uguale a 121 o 127?). Quando invece i test erano relativi a problemi matematici approssimati -del tipo: 53 più 68 è più vicino a 120 o a 150?- i volontari bilingui non hanno tardato affatto nel fornire le risposte. Gli studiosi, poi, hanno usato alcune tecniche particolari per "fotografare" il cervello in funzione e rilevare quali regioni fossero state attivate per risolvere i due tipi di problema. Il calcolo esatto "accende" il lobo frontale sinistro, un'area del cervello impiegata nelle associazioni fra le parole. Mentre le approssimazioni matematiche impegnano i lobi parietali sinistro e destro, un "network neurale bilaterale" responsabile delle rappresentazioni visive e spaziali.

Letto : 2217 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
 
© Pillole.org 2004-2024 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 09:54 | 99877528 accessi| utenti in linea: 13613