vai alla home introduttiva di Pillole.org
 
  Pillole 
   
 
Iscritti
Utenti: 2300
Ultimo iscritto: Giorgio
Iscritti | ISCRIVITI
 
Sospetto infarto? Responsabile il medico che non approfondisce
Inserito il 27 novembre 2022 da admin. - medicina_legale - segnala a: facebook  Stampa la Pillola  Stampa la Pillola in pdf  Informa un amico  

Se il paziente si presenta in ospedale con sospetti sintomi da infarto, non puo’ essere rimandato a casa, il medico ne e’ responsabile (Cass. ordinanza 20754/2020)

I fatti:
Un paziente, al primo ingresso in ospedale, aveva manifestato un dolore toracico severo e prolungato. Dagli accertamenti effettuati in P.S. emergeva una storia clinica "sospetta" e un esame ECG recante alterazioni di dubbia interpretazione. Non era possibile effettuare i dosaggi enzimatici.

Il paziente, rimandato a casa, decedeva.

In giudizio, i medici venivano giudicati colpevoli.
La difesa sosteneva invece che la morte per infarto del miocardio fosse riconducibile ad un evento improvviso e imprevedibile, non collegato ai distubi riferiti in P.S.

La Cassazione invece concordava con la condanna inflitta dai giudici di merito, non ritenendo valida tale argomentazione.

Il CTU aveva infatti sottolineato come l’ infarto del miocardio non sia diagnosticabile solo in presenza di segni inequivocabili (ECG certamente patognomonico o alterazioni enzimatiche inequivocabili) ma che, per una diagnosi corretta puo’ essere sufficiente che per oltre 24 ore persistano le ripetute equivoche modifiche ECG, con o senza equivoche modifiche enzimatiche.

In conclusione, se il medico avesse tenuto una diversa condotta trattenendo il paziente in Ospedale e tenendo sotto controllo la sintomatologia, ne poteva con buone probabilità evitare il decesso.

La condanna veniva percio’ confermata.

Daniele Zamperini


Letto : 53655 | Torna indietro | Stampa la Pillola | Stampa la Pillola in pdf | Converti in XML
Aggiungi - Commenti

Commenti Per i commenti flash prima occorre effettuare il login. Per commenti articolati usare il Forum
 
© Pillole.org 2004-2023 | Disclaimer | Reg. T. Roma n. 2/06 del 25/01/06 | Dir. resp. D. Zamperini
A  A  A  | Contatti | Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | Versione stampabile Versione stampabile | Informa un amico | prendi i feed e podcasting di Pillole.org
ore 01:53 | 70164673 accessi| utenti in linea: 49669